CryoSTUCK® – Etichette per fiale e contenitori congelati

L'innovativa tecnologia CryoSTUCK di LabTAG è disponibile in 3 formati di stampa che rappresentano un'ampia gamma di opzioni tra cui scegliere. L'etichettatura a -80°C e la successiva conservazione a -196°C evitano lo scongelamento a temperatura ambiente di preziosi campioni biologici per l'applicazione delle etichette. LabTAG è il tuo leader nelle soluzioni di etichettatura di superfici congelate.

  • Le etichette aderiscono a fiale precedentemente congelate (non è necessario lo scongelamento)
  • Resistere a temperature criogeniche estreme (-196 ° C / -321 ° F)
  • Ideale per l'etichettatura eccessiva (blackout e opzioni chiare)
  • Disponibile per stampanti laser a trasferimento termico, DYMO LabelWriter e desktop
  • Perfetto per biobanche, biorepository e strutture di stoccaggio criogeniche

La sfida dell'etichettatura dei flaconcini congelati

L'etichettatura dei flaconcini congelati rappresenta una sfida significativa per molti laboratori di ricerca biofarmaceutica, banche cellulari, biorepository e altri laboratori coinvolti nella biopreservazione e biobanca dei campioni in azoto liquido e congelatori a temperatura ultra-bassa. Le fiale contenenti materiali biologici non possono essere scongelate a causa della sensibilità alla temperatura del loro contenuto. Nella maggior parte dei casi, la rietichettatura di questi flaconcini deve essere eseguita a una temperatura inferiore a -70 ° C per non compromettere la vitalità delle cellule congelate.

La soluzione per etichettare i flaconcini congelati

Per risolvere questa sfida, abbiamo sviluppato CryoSTUCK®, una linea di prodotti unica di etichette criogeniche e Nastri che può aderire a fiale già congelate e ad altri contenitori (fino a -80 ° C). Possono essere applicati con successo su contenitori congelati e quindi conservati in serbatoi di azoto liquido (-196 ° C) o congelatori -80 ° C per ulteriore conservazione. I nostri nastri CryoSTUCK sono disponibili in trasparente e in una gamma di colori, per una facile identificazione e codice colore.

Fiale legacy con sovraetichettatura

Blackout CryoSTUCK hanno un design opaco unico, perfetto per l'etichettatura eccessiva fiale legacy che non può essere scongelato e ha già applicato un'etichetta. Queste etichette crio "coprenti" opache sono progettate per oscurare completamente le etichette esistenti e nascondere le loro informazioni obsolete o obsolete. Sono ideali per rietichettare i flaconcini congelati quando non è possibile rimuovere l'etichetta esistente.

Etichette esistenti in laminazione

La nostra Cancella CryoSTUCK le etichette possono anche essere utilizzate per sovrastampare fiale e provette, ma il loro design trasparente non oscurerà l'etichetta sottostante. Ideali per la laminazione di etichette esistenti, queste etichette robuste forniranno un ulteriore livello di protezione, salvaguardando le informazioni stampate da agenti chimici, abrasioni e temperature estreme.

Applicazione di etichette

Per un'adesione ottimale, rimuovere la brina visibilmente accumulata con un panno monouso pulito e privo di lanugine (ad es. KimWipe™). Evitare un contatto eccessivo con l'adesivo dell'etichetta durante l'applicazione. Applicare prima il bordo dell'etichetta e premere con decisione per ancorarla. Quindi premere saldamente l'etichetta in posizione lungo l'intera circonferenza delle fiale. Le fiale possono essere conservate in azoto liquido (-196°C) o in congelatori a bassissima temperatura (-80°C) subito dopo l'applicazione dell'etichetta, senza tempi di polimerizzazione. 

Per la corretta funzionalità su fiale e provette, Trasferimento termico Le etichette CryoSTUCK devono avere una sovrapposizione di almeno 0.25”. Una volta applicati con una chiara sovrapposizione, possono resistere a più cicli di gelo-disgelo, trasporto di ghiaccio secco ed esposizione ad acqua/condensa. I nostri Compatibile con DYMO che collaborano con noi, attingono direttamente dalla storia e dalla tradizione veneziana laser Le etichette in formato CryoSTUCK non richiedono una sovrapposizione per produrre un'adesione sicura a fiale e provette congelate.

Stampa di etichette CryoSTUCK

CryoSTUCK a trasferimento termico può essere stampato utilizzando tutte le marche di stampanti di codici a barre standard. Le nostre classi di etichette L2FS e L2FC richiedono il nostro Classe XAR del nastro a trasferimento termico, mentre consigliamo i nostri Classe RR di nastri in resina per le classi di etichette AEA e AHA. Accettano anche la scrittura con pennarelli indelebili, come i nostri pennarelli criogenici.

La nostra Laser CryoSTUCK le etichette, che aderiranno a superfici già congelate senza la necessità di sovrapposizioni, possono essere stampate utilizzando la stampante laser desktop (HP, Brother, Samsung), in una varietà di opzioni di colore. Forniamo modelli MS Word online gratuiti per una rapida configurazione del modello e una facile stampa.

CryoSTUCK . compatibile con DYMO Le etichette possono essere stampate utilizzando le stampanti DYMO LabelWriter. Queste etichette per superfici già congelate mostrano anche un'eccellente resistenza ai prodotti chimici di laboratorio come alcol, xilene e soluzioni disinfettanti. Sono disponibili modelli anche per il software DYMO Connect e DYMO label (Mac e Windows).

Industrie Servite

Queste esclusive etichette criogeniche possono fornire una soluzione ideale a molti laboratori coinvolti nella biopreservazione a lungo termine di campioni di tessuto come banche del sangue cordonale, banche cellulari, banche dei tessuti, banche dei semi, banche degli spermatozoi e altre strutture di stoccaggio criogenico nei settori biomedico e veterinario.

Vorresti provare
Le nostre etichette CryoSTUCK®?